6 luglio 2012

Il progetto di Social Media Reputation Amadori vince a SMAU il Premio Innovazione

“Un esempio davvero innovativo e unico in Italia di Social Business Intelligence, in grado di monitorare ciò che si dice sul web e raccogliere informazioni utili per il proprio business”



È questa la motivazione alla base del premio Innovazione ICT Emilia – Romagna consegnato al Gruppo Amadori nel corso di Smau Business alla Fiera di Bologna (6-7 giugno 2012), indetto dall’Osservatorio Smau – School of Management del Politecnico di Milano.
Tra tutti i progetti partecipanti (un centinaio in totale), sono stati premiati i 6 più innovativi, in diverse categorie: l’azienda Amadori è salita sul podio nella sezione ”Sistemi gestionali, Business Intelligence e CRM”, con il progetto dal titolo “Un software di Social Business Intelligence per migliorare la Brand Reputation sul Web”.
Il progetto, avviato nel 2011, consiste nell’affiancare ai tradizionali dati aziendali strutturati, una base di dati spontanei raccolti sul web. Questo sistema permette di raccogliere informazioni utili sui prodotti Amadori e sul settore in generale, utilizzando il web come una sorta di ‘focus group’ in tempo reale.

Azienda
Fondato dai fratelli Amadori oltre quarant’anni fa, il Gruppo Amadori è oggi una delle principali aziende europee di produzione e commercializzazione di carni avicole (pollo e tacchino), con un fatturato 2011 di circa 1,2 miliardi di Euro, oltre 7.000 dipendenti e 16 insediamenti produttivi. Oggi il Gruppo Amadori considera un elemento fondamentale del proprio vantaggio competitivo il controllo diretto di tutta la filiera integrata (dai mangimi alla distribuzione) grazie al quale può assicurare la completa tracciabilità dei suoi prodotti. Con 1.700 referenze e 20.000 clienti sparsi su tutto il territorio nazionale, brand noti come Pollo 10 e Più, Campese e Buona Domenica, il Gruppo Amadori si posiziona tra i protagonisti della distribuzione di soluzioni gastronomiche innovative a base di carne.

Sfida
Per ottimizzare l’identificazione di nuovi trend di mercato e focalizzare meglio gli investimenti dell’area Marketing, Amadori desiderava affiancare ai tradizionali dati aziendali strutturati una base di dati spontanei raccolti sul Web e sui Social Media. Il Gruppo cercava uno strumento che oltre al web monitoring eseguisse l’analisi semantica delle conversazioni intercettate in modo da valutare le opinioni e il sentiment dei consumatori.
Soluzione
A tal fine, il Gruppo Amadori ha avviato - a partire dal 2011 - un progetto di Social Business Intelligence che affianca ad un’analisi quantitativa di dati strutturati sui tradizionali sistemi di Business Intelligence, un’analisi di dati destrutturati raccolti sul Web. Il Gruppo Amadori, attraverso la soluzione di Social Intelligence, riesce a raccogliere informazioni utili sui propri prodotti e su quelli dei competitor come se il web fosse una sorta di ‘realtime focus group’. Le informazioni raccolte in rete vanno a popolare una base dati che contiene tutte le clip raccolte e categorizzate per tipologia di fonte di provenienza. Le fonti vengono classificate per tipologia di Media (Blog, Microblog, Forum, Social Network, Wiki, ecc.), per piattaforma (Facebook, Flickr, MySpace, ecc.) o per tags (Cucina, Quotidiani, Riviste femminili, Salute, ecc.). I dati raccolti in questo ‘BuzzWarehouse’ vengono poi elaborati grazie ad un motore di Text Analitycs basato su tecnologia IBM SPSS: questo strumento consente, grazie all’analisi testuale delle clip, di estrapolare opinioni e concetti strutturati suddivisi anche per categorie predefinite. Questi dati strutturati vengono poi sintetizzati in dashboard significative per il business Amadori grazie ad un framework che ne consente l’utilizzo anche alle persone di business e non solo agli analisti.

Funzionalità
In particolare, l’azienda ha implementato 8 funzionalità della soluzione: il servizio di Alerting per il Brand Monitoring tradizionale che segnala in tempo reale quando e come è citato il brand in rete tramite alert specifici; la funzionalità New Topics che dà evidenza dei nuovi argomenti emersi online; la dashboard Trending Topics rappresenta le tematiche che hanno avuto un incremento particolarmente significativo in un determinato periodo di tempo rispetto a quelli precedenti; il Top Topics sintetizza in un istogramma gli argomenti maggiormente discussi in rete. Mentre queste dashboard hanno un approccio quantitativo, le restanti tre funzionalità si basano su un’analisi qualitativa: il grafico ConneXion permette di visualizzare le relazioni tra i concetti: ad esempio, scegliendo la parola chiave ‘wurstel di pollo’ è possibile vedere tutti i contesti di utilizzo e i concetti che sul web sono correlati con l’argomento scelto (leggerezza, insalata di riso, aperitivo, velocità di preparazione, ecc.); lo Strong and WeakPoint consente, una volta identificato un concetto, di ottenere una visione dei suoi punti di forza e di debolezza;  il ‘Market Beat’ individua share of voice e sentiment relativi ad un determinato brand, prodotto o argomento in un qualsiasi intervallo di tempo configurabile dell’utente.
Infine, lo strumento Brandscape esprime, tramite un grafico bidimensionale, una sintesi del posizionamento del brand e dei suoi competitor rispetto ad altri concetti.

Vantaggi
Grazie al nuovo software di Social Business Intelligence, il gruppo Amadori è in grado di raccogliere feedback e valutare la percezione del consumatore rispetto ai prodotti, in modo da identificare nuovi trend di mercato, supportare il processo di ricerca e sviluppo, impostare campagne di comunicazione mirate, ottimizzare gli investimenti dell’area marketing. Inoltre lo strumento consente di misurare la visibilità del brand in rete e di offrire alla Direzione del Gruppo un importante supporto allo sviluppo del Business.
Per maggiori informazioni sui vantaggi della Social Intelligence
Per maggiori informazioni sull’esperienza Amadori

Rassegna stampa online