4 marzo 2013

Il futuro del Retail online

Capire i trend dello shopping online oltreoceano significa anticipare i comportamenti dei consumatori digitali worldwide. Un interessante report IBM sugli ultimi Black Friday e Cyber Monday ce li svela.

Il Black Friday, ossia venerdì nero, è negli Stati Uniti il primo venerdì successivo al Thanksgiving Day, il Giorno del Ringraziamento, e tradizionalmente dà inizio alla stagione dello shopping natalizio.
Si tratta di un giorno, per quanto non festivo, particolarmente importante sotto l'aspetto commerciale poiché costituisce un valido indicatore sulla predisposizione agli acquisti, tanto da essere attentamente osservato e atteso dagli analisti finanziari e dagli ambienti borsistici americani ed internazionali.
Assieme al Black Friday il Cyber Monday (il lunedì successivo), concorre al tradizionale periodo commerciale natalizio americano.
Uno studio condotto da IBM attraverso il Digital Analytics Benchmark rivela gli aspetti salienti delle vendite online avvenute in quei giorni.


Black Friday: più Mobile, meno Social.

LE VENDITE ONLINE AUMENTANO
+20,7% rispetto allo scorso anno.
MOBILE SHOPPING
1 consumatore su 4
ha utilizzato un dispositivo mobile per visitare il sito del rivenditore (contro il14,3 % nel 2011). Le Vendite da Mobile hanno superato il 16%, rispetto al 9,8% del 2011.
IL FATTORE IPAD
L’iPad ha generato più traffico di qualsiasi altro dispositivo mobile, raggiungendo circa il 10% dello shopping online. Seguito da iPhone e Android.
MULTISCREEN SHOPPING
I consumatori hanno effettuato acquisti online, da Mobile e nei negozi fisici contemporaneamente in modo da cogliere le migliori occasioni. Complessivamente il 58% dei consumatori ha usato lo smartphone per verificare le diverse offerte (contro il 41% del 2011).
CONSUMATORI PIU’ ESPERTI
Mentre i consumatori hanno speso di più in generale, hanno per contro effettuato acquisti con maggiore frequenza per poter approfittare di offerte e spedizione gratuita. Ciò ha portato ad un calo del 4,7% del valore medio degli ordini, che si attesta a 181,22 dollari. Inoltre, il numero medio di articoli per ordine è diminuito del 12 %, portandosi a 5,6.
SOCIAL MEDIA SENTIMENT
3 acquirenti su 4 hanno espresso un sentiment positivo relativamente a offerte, spedizioni e convenienza; hanno deciso di condividere le loro esperienze sui Social.
SOCIAL SALES
Gli utenti approdati ai siti ecommerce dai Social Network, quali ad esempio Facebook, Twitter e LinkedIn, hanno generato lo 0,34% delle vendite online del Black Friday (registrando un calo del 35% rispetto al 2011).



Cyber Monday: le vendite più alte di sempre.


LE VENDITE ONLINE AUMENTANO
+30,3% rispetto allo scorso anno.
MOBILE SHOPPING
Il 18%
dei consumatori ha utilizzato un dispositivo mobile per visitare il sito del rivenditore (+70% rispetto al 2011). Le Vendite da Mobile si sono avvicinate al 13%, con una crescita del 96% rispetto al 2011.
IL FATTORE IPAD
L’iPad ha generato più traffico di qualsiasi altro tablet o smartphone, producendo da solo più del 7% dello shopping online. Seguito da iPhone e Android.
MULTISCREEN SHOPPING
I consumatori hanno effettuato acquisti online, da Mobile e nei negozi fisici contemporaneamente in modo da cogliere le migliori occasioni. Complessivamente il 58,1% dei consumatori ha usato lo smartphone per verificare le diverse offerte (contro il 41,9% del 2011).
CONSUMATORI PIU’ ESPERTI
Mentre i consumatori hanno speso di più in generale, hanno per contro effettuato acquisti con maggiore frequenza per poter approfittare di offerte e spedizione gratuita. Ciò ha portato ad un calo del 6,6% del valore medio degli ordini, che si attesta a 185,12 dollari. Tuttavia, il numero medio di articoli per ordine è aumentato del 14%, portandosi a 8,34.
SOCIAL SALES
Gli utenti approdati ai siti ecommerce dai Social Network, quali ad esempio Facebook, Twitter e LinkedIn e YouTube hanno generato lo 0,41% delle vendite online del Cyber Monday (registrando un calo di più del 26% rispetto al 2011).

Black Friday 2012
Clicca qui per scaricare il report completo
Cyber Monday 20123
Clicca qui per scaricare il report completo